Abruzzo “forte e gentile”

Abruzzo “forte e gentile”

Una terra tutta da scoprire!

 “Adesso che mi ci fai pensare, mi domando anch’io che cosa ho conservato di abruzzese e debbo dire, ahimè, tutto; cioè l’orgoglio di esserlo che mi riviene in gola quando meno me l’aspetto, per esempio quest’estate in Canada, parlando con alcuni abruzzesi della comunità di Montreal, gente straordinaria e fedele al ricordo della loro terra. […] Tra i dati positivi della mia eredità abruzzese metto anche la tolleranza, la pietà cristiana (nelle campagne un uomo è ancora ‘nu cristiane?), la benevolenza dell’umore, la semplicità, la franchezza nelle amicizie; […] Quel senso ospitale che è in noi, un po’ dovuto alla conformazione di una terra isolata, diciamo addirittura un’isola […] un’isola schiacciata tra un mare esemplare e due montagne che non è possibile ignorare, monumentali e libere: se ci pensi bene, il Gran Sasso e la Majella son le nostre basiliche, che si fronteggiano in un dialogo molto riuscito e complementare… Bisogna prenderci come siamo, gente rimasta di confine (a quale stato o nazione? O, forse, a quale tempo?), con una sola morale: il lavoro.”  Ennio Flaiano

Abruzzoforte e gentile”, quasi un’isola immaginaria, come confini solo il mare Adriatico e le montagne, le colline nel mezzo che ne declinano i paesaggi tra borghi (ben 21 presenti nel gotha de “I borghi più belli d’Italia”), fortezze (famosa quella borbonica di Civitella del Tronto), castelli (Rocca Calascio fu set cinematografico di grandi produzioni quali Lady Hawke e Il nome della Rosa), abbazie e monasteri, aree marine protette e parchi nazionali (basti pensare che il 28% del suo territorio è parco e da qui la nomea di “Regione più verde d’Europa”), 130 km di coste, una flora e fauna incontaminate e selvagge.

Terra di Sanniti, Vestini, Frentani, Marsi, Angioini ed Aragonesi, patria natia di grandi letterati, poeti e filosofi quali Ovidio, Gabriele D’Annunzio, Ignazio Silone, Ennio Flaiano e Benedetto Croce, cantanti della fama di Riccardo Cocciante, Ivan Graziani; Madonna, Michael Bublé e Dean Martin (all’anagrafe Dino Crocetti) vantano origini abruzzesi, Franco Marini e Marco Pannella tra i politici abruzzesi più illustri, il pilota di F1 Jarno Trulli, il centrocampista del PSG Marco Verratti, il campione del mondo nel 2006 Fabio Grosso, il pilota di MotoGP Andrea Iannone, Juan Manuel Fangio e Sergio Parisse alcuni degli sportivi più illustri.

Terra di tradizioni, di sapori e profumi decisi e genuini come la sua gente: chi non ha mai provato almeno una volta nella vita gli spaghetti alla chitarra oppure i suoi famosissimi arrosticini? Per non parlare dei confetti di Sulmona, conosciuti in tutto il mondo, o del dolce parrozzo. Terra a vocazione enologica, patria di grandi vini ottenuti da uve Montepulciano e Trebbiano, riconosciuti oramai in Italia ed in tutto il mondo come eccellenze assolute.

Un Abruzzo quindi, per sua stessa natura geografica, terra ospitale, naturalmente vocata al turismo (i dati dell’occupazione nel settore turistico lo confermano) ed all’accoglienza, sempre ai primi posti a livello nazionale per numero di Bandiere Blu, riconosciute ai centri litorali che soddisfano criteri di qualità relativi sia alle acque di balneazione che ai servizi offerti. Secondo l’ISTAT inoltre l’Abruzzo è una tra le regioni in Italia con minori emissioni di gas serra per abitante, con maggiori consumi di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e con minore diseguaglianza nella distribuzione dei redditi.

Scegli l’Abruzzo: una terra tutta da scoprire!

News ed eventi
Vai al blog >