Botta&Risposta con Modestino Di Nenna

Botta&Risposta con Modestino Di Nenna

Regista del film “Tutto può accadere nel Villaggio dei Miracoli”

Nelle ultime due settimane il Villaggio Salinello si è trasformato in un set cinematografico, offrendosi come location per le riprese del film “Tutto può accadere nel Villaggio dei Miracoli”.
Abbiamo scambiato due chiacchiere con il regista Modestino Di Nenna – cineasta campano già cimentatosi con successo in altri progetti dai forti connotati sociali – un vulcano di idee, energia e soprattutto talento.

 

– Ci svela in anteprima qualcosa della trama?
Innanzitutto il film è una commedia brillante, nella quale ragazzi diversamente abili diventano protagonisti di un prodotto cinematografico interpretando ruoli comici.
E la storia parte proprio da questi ragazzi che, attraverso la loro associazione, fanno volontariato presso una struttura psichiatrica. Improvvisamente la clinica viene costretta a chiudere, a causa di un repentino taglio di fondi alla sanità da parte dello Stato. Uno dei volontari, figlio di un imprenditore turistico, propone di portare 3 pazienti psichiatrici nel villaggio del padre – il fantomatico Villaggio dei Miracoli – e far vestire loro i panni dell’animazione. L’idea si trasformerà presto in uno strepitoso successo, giacché grazie ai divertenti teatrini dei “finti animatori” il Villaggio raddoppierà le presenze.

– Quando e in quali canali uscirà la pellicola?
Il film verrà proiettato a maggio 2016 in tutte le sale italiane. Sono previste tre anteprima ufficiali a Roma, Avellino e presso il Centro Congressi del Villaggio Salinello a cui farà seguito la distribuzione capillare su tutta Italia.

– Perché proprio il Villaggio Salinello?
Del Salinello mi parlò un amico di Alba Adriatica, decantando la qualità dei servizi e la sua posizione privilegiata.
Quando sono venuto di persona a visionarlo ho trovato tutto ciò che avevo costruito e proiettato nel mio immaginario durante la stesura del copione. Aggiungo agli aspetti positivi anche l’accoglienza e la disponibilità della Direzione e dello staff, che hanno contribuito fattivamente alla realizzazione delle riprese.

– Come si è prestato il Villaggio in veste di set cinematografico?
Posso affermare, senza alcuna ombra di dubbio, che il Villaggio Salinello è la migliore location che io abbia mai trovato. E non lo dico per piaggeria, ma per senso di realtà.
La struttura in sé, l’accoglienza ricevuta, le risorse umane che vi lavorano: tutto concorre alla perfezione!

– Qualche ringraziamento?
Un ringraziamento particolare va all’Amministratore per aver messo a disposizione il Villaggio e per aver accolto e sostenuto un progetto rivolto al sociale. Ringrazio inoltre per l’adesione e la partecipazione il Maestro Flavio Bucci, il comico Antonio Fiorillo e i tre grandi nomi che prenderanno parte alla seconda tranche di riprese: Maria Grazia Cucinotta, Renzo Arbore e i Ditelo Voi.

News ed eventi
Vai al blog >