Incontriamo le virtù del Salinello

Incontriamo le virtù del Salinello

#StorytellingSalinello

Tradizioni antiche, usi e costumi tramandati di casa in casa e da una generazione all’altra: il Primo Maggio è il giorno in cui poter degustare un piatto unico della tradizione teramana che marca il passaggio dalla lunga stagione invernale alla primavera, racchiudendo in una sola pietanza i cibi che vengono conservati con cura nelle dispense e le primizie della terra che la nuova stagione propone. Le “virtù” simboleggiano anche un momento di convivialità e coralità durante il quale intere famiglie compartecipano alla preparazione di questa elaborata pietanza. Le “virtù” di Teramo e della sua provincia sono un appuntamento culinario imperdibile per gli amanti della buona cucina e per i cultori delle tradizioni locali. E chi meglio di Domenico Iaconi, gestore del Ristorante del Villaggio Salinello da ben 22 anni, può condividerci i segreti di tale prelibatezza?!
“Le Virtù si presentano come una sorta di minestrone ricco composto da ciò che rimane dalle parti nobili del maiale quali lardelli, parti del prosciutto ecc. conservati nella tradizionale tramocia (la mattera, mobile all’interno del quale si conservano salumi, pane ecc.) assemblati con verdure novelle di stagione quali fave, piselli, verze, legumi, grano ecc. rigorosamente cotte separatamente”. Spiega inoltre Domenico che quella che viene considerata una ricetta “povera”, in realtà richiede circa 20 giorni di lavoro per la preparazione. “La ricetta fu tramandata da mia nonna a mia madre” racconta Domenico “la quale è tuttora la depositaria del sapere riguardo all’originale preparazione delle Virtù”. Ed è da ben 22 anni che la signora Maria contribuisce a far rivivere questo momento di grande cultura gastronomica ogni Primo Maggio anche all’interno del Villaggio Salinello.
A Domenico Iaconi abbiamo chiesto un momento di “grande bellezza” e un “auspicio”.”Tanti anni di Salinello, tanti bei ricordi che custodisco; il più bello rimane il rapporto con il signor Dario Ciamarra, fondatore del Villaggio, la fiducia che mi ha accordato nel tempo mi ha donato una nuova e più ampia visione lavorativa oltre ad avermi permesso di maturare professionalmente“, dice Domenico. “L’auspicio? Che il Villaggio Salinello possa divenire una location ideale durante tutte e quattro le stagioni“. E allora l’appuntamento “Virtù” è per il ponte del Primo Maggio!!!
Per maggiori informazioni sul menù e sulle proposte per soggiornare tra il 30 aprile e il 3 maggio clicca qui.

News ed eventi
Vai al blog >