Dove siamo

Dove siamo

Come Raggiungerci

AUTOSTRADA A/14: Uscita Val Vibrata e proseguimento su SS 16 direzione Pescara, fino Lungomare Sud di Tortoreto Lido (Km 8)

AEREO: Aeroporto di Pescara (Km 50)

TRENO: Stazione di Giulianova (Km 4) / Stazione di Tortoreto Lido ( Km 1,5)

Le bellezze del nostro Territorio

Tortoreto, dal 1992 Bandiera Blu per la pulizia del suo mare e dei sui 4 km di spiaggia, vi aspetta con le sue ampie distese di sabbia finissima e dorata e con i colori limpidi delle sue acque.

La nostra spiaggia è costeggiata da una lunga pista ciclabile, circondata da un sentiero di palme lussureggianti, dalla vegetazione delle pinete ma anche da splendide colline verdi.

Il paese di Tortoreto Alto (227 m di altitudine), oltre ad essere una “terrazza” sul mare, custodisce anche tesori artistici. L’ospitalità degli abitanti della nostra cittadina e la cultura enogastronomica del luogo completano un quadro che rappresenta la perfetta sintesi di quello che è la nostra regione, l’Abruzzo.

La costa abruzzese è di 133 chilometri, il mare pulito e non immediatamente profondo, il fondale sabbioso, con arenili dorati, pinete, scogliere, promontori e calette di ciottoli levigati dalla risacca. Le spiagge animate e festose ma ci sono anche molti lidi solitari per gli amanti della tranquillità.

L’Abruzzo è mare, ma è anche montagna con le vette del Gran Sasso e della Majella, paesaggi mozzafiato per l’escursionismo.

Scenari aspri, cime imponenti, altipiani, laghi come quello di Sant’Angelo, grotte come quelle del Cavallone, citate anche da D’Annunzio, una flora data da pini, stelle alpine, la viola e il ranuclo della Majella, la genziana e una fauna di centinaia di generi di uccelli ed oltre 40 specie di mammiferi, tra cui il lupo e l’orso marsicani sono lo sfondo ideale dei nostri due parchi naturali: Il Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga e il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Completano il quadro suggestivi borghi medievali, 21 dei quali annoverati tra i Borghi più belli d’Italia, incastonati nelle dolci colline dell’entroterra, i castelli, come quello duecentesco di Rocca Calascio, i resti archeologici, le chiese, le abbazie, le città d’arte.

Altro fiore all’occhiello è la tradizione enogastronomica: dalle ricette a base di pesce, come il brodetto e le chitarrine alla tortoretana passando per le tante tipologie di pasta all’uovo, i piatti a base di agnello, gli arrosticini fino ad arrivare ai dessert e alla tradizione che si tramanda di generazione in generazione nella preparazione di distillati e liquori, come il punch e l’amaro villesi, i liquori alla genziana ed alla liquirizia, nonché il tipico liquore Centerbe.

 

News ed eventi
Vai al blog >